Dolina Soče

chiuderePrenota ora

Passo alpino Vršič (1611 m)

Il passo stradale più alto della Slovenia, che collega Bovec con Kranjska Gora, è un ottimo punto di partenza per effettuare un’escursione sulle Alpi Giulie.

Questa incredibile strada panoramica, che offre panorami paradisiaci sulle Alpi Giulie, sui loro boschi vivaci e su mille altre attrattive naturali che invitano a fare una pausa e godere della fresca aria alpina, conduce ai piedi del massiccio della Mojstrovka a 1.611 metri di altezza.

Le attrattive più belle lungo la pittoresca strada del passo del Vršič

La strada del passo del Vršič parte dalla remota Val di Trenta, una delle valli più belle e incontaminate della Slovenia. Anche se il tempo sembra essersi fermato, qui la natura non riposa mai e ribolle in tutta la sua energia primordiale. Lungo la strada non mancano le occasioni per ammirare le bellezze naturali del Parco naturale del Triglav:

Il Vršič è molto popolare tra gli escursionisti

Se vi piace il mondo dell’alta montagna e desiderate iniziare un’escursione alpina risparmiando un po’ di fatica alle vostre gambe, il passo del Vršič è il posto che fa per voi. Le cime oltre i duemila metri dei dintorni sembrano più vicine, ma è necessario rispettarne in ogni caso l’imponenza. Eccone alcune:

  • Mala Mojstrovka (2332 m),
  • Velika Mojstrovka (2366 m),
  • Planja (2453 m),
  • Prisojnik (2547 m),
  • Razor (2601 m)
  • e altre vette.

Affrontate le escursioni in montagna attrezzati in modo adeguato e con una buona preparazione fisica. In alta montagna le condizioni del tempo possono mutare molto velocemente, perciò controllate bene le previsioni meteorologiche prima di mettervi in marcia. Consigliamo di noleggiare una guida alpina.

Rifugi lungo la strada del Vršič

Siete affamati, assetati, avete voglia di mangiare qualcosa di genuino e casereccio o semplicemente volte farvi una bella dormita? Fermatevi in uno dei seguenti rifugi:

In bicicletta sul Vršič

La strada del passo del Vršič è popolare anche tra i ciclisti in bici da corsa. La strada ha complessivamente 50 tornanti (26 sul versante meridionale e 24 su quello settentrionale), che si arrampicano lungo pendii panoramici tra boschi di faggi, abeti e larici. Questi, in vetta, lasciano il posto a ghiaioni dove crescono pini mughi.

 

La strada del Vršič è stata costruita nel 1915 da prigionieri di guerra russi

 

La strada del Vršič è stata costruita durante la prima guerra mondiale da prigionieri di guerra russi, alla memoria dei quali è dedicata la Cappella russa sul versante settentrionale del passo. Ogni anno, nella cappella si svolge una messa solenne commemorativa che nel 2016, in occasione del centenario della costruzione della strada, ha visto anche la partecipazione del presidente russo Valdimir Putin.  La strada del Vršič è chiamata anche Strada russa.

 

Il Vršič è più bello in primavera e in autunno

 

Il passo del Vršič è più bello in autunno, quando predominano i colori accesi e dorati delle foglie, e in primavera, quando la natura si risveglia, è in fiore e mette in mostra la sua verde gioventù.

 

D’estate attira nella Valle dell’Isonzo numerosi visitatori. La strada panoramica del Vršič d’estate è una delle attrattive turistiche più affollate, perciò guidate con prudenza rispettando gli altri visitatori e la segnaletica. Durante il periodo invernale il passo è chiuso al traffico per neve e per il pericolo di valanghe. Controllate la praticabilità della strada del Vršič prima di mettervi in marcia.