Orto botanico alpino Alpinum Juliana

Alpinum Juliana, giardino botanico alpino

by Boris Pretnar

Fate una passeggiata lungo il più vecchio orto botanico alpino della Slovenia e ammirate tutta la maestosità della flora di montagna in un unico luogo.

L’Orto botanico alpino Alpinum Juliana è tutelato come monumento della natura modellata ed è un patrimonio naturale d’importanza nazionale.  I suoi verdi giardini fioriti si estendono su una superficie di 2.572 m² e sorprendono i visitatori con più di 600 tipi di piante diverse, tra cui spiccano delle piante endemiche che crescono solo in Slovenia.

Anche se Alpinum Juliana è più bello in maggio e a inizio giugno, quando fioriscono le primule e le genziane, vale sicuramente la pena visitarlo per ammirare le sue piante uniche da inizio della primavera fino al tardo autunno. Le dafne, le sassifraghe, le orchidee, i papaveri dai fiori bianchi endemici che fioriscono a giugno (Papaver ernesti-mayeri), i cipripedi tutelati  (Cypripediuj calceolus) e le campanule (Campanula zoysii), il simbolo colorato del giardino, sono solo alcuni degli “abitanti” di questo paradiso botanico che orna la Val di Trenta e il Parco naturale del Triglav.

Nell’orto botanico si tiene la tradizionale manifestazione “Belarjevi dnevi”, dedicata agli studenti delle scuole elementari.

L’Orto botanico alpino Alpinum Juliana, un’incantevole bellezza botanica

L’Orto botanico alpino Alpinum Juliana è stato fondato nel 1926 dal commerciante e proprietario terriero triestino Albert Bois de Chesne, che realizzò il suo sogno di creare un orto in cui le fasce vegetative si susseguissero come nella natura. Lo chiamò Juliana in onore di sua moglie. Venne aiutato nella sua opera da un suo amico alpinista e esploratore, il dr. Julius Kugy, attratto nella Val di Trenta dalla misteriosa Scabiosa Trenta, la scabiosa locale, che divenne il simbolo delle sue ricerche di gioventù.

“I giardini incantati delle divinità sono scomparsi già da molto tempo. La cupa leggenda di Zlatorog ci racconta come è successo. Ma ora qui è nato un nuovo magico giardino, in mezzo al luminoso presente”

dr. Julius Kugy, dall’opera “Iz minulih dni”.

Un’ampia gamma di attrattive nei dintorni dell’orto

La Val di Trenta è una delle parti più incontaminate della Valle dell’Isonzo. Proprio lì nasce il fiume Isonzo (Soča), che poi la percorre per un tratto breve ma vivace prima di raggiungere Bovec. Nei dintorni di Alpinum Juliana potete visitare la chiesa della Beata Vergine Maria Lauretana e le vicine rapide del fiume Isonzo, e se avanza tempo anche la sorgente dell’Isonzo e il monumento al dr. Julius Kugy non lontano dal primo tornante della strada del Vršič. Se amate la botanica e la medicina, chiedete informazioni su come raggiungere il sentiero didattico circolare “Moč rož” nelle vicinanze di Bovec.

Orto botanico alpino Alpinum Juliana - ACCESSO

Lungo la strada Bovec–Trenta sulla destra, presso la frazione Pri Cerkvi vicino alla chiesa della Beata Vergine Maria Lauretana, è posta bene in mostra l’indicazione per l’orto botanico. Alpinum Juliana è una delle attrattive lungo il sentiero dell’Isonzo (Soča), che conduce fino alla sorgente del fiume.

Orto botanico alpino Alpinum Juliana - ORARIO

1 maggio - 30 settembre

ogni giorno

8:30 - 18:30

1 ottobre - 30 aprile

chiuso

 

Orto botanico alpino Alpinum Juliana - LISTINO PREZZI

  • studenti, pensionati, gruppi scolastici: 2,00 €
  • adulti: 3,00 €
  • biglietto familiare: 6,00 €

      Ingresso libero:

  • bambini in età prescolare,
  • membri di associazioni naturalistiche,
  • possessori di tessere museali valide.

Pagando il prezzo del biglietto, gli strumenti interattivi e la partecipazione alle visite guidate sono gratuiti.

Orto botanico alpino Alpinum Juliana - INFORMAZIONI

Museo naturalistico della Slovenia
Prešernova 20, 1001 Ljubljana

T: +386 1 241 09 40
E:
W: www2.pms-lj.si

 


  

Pubblicazioni

    Top heritage Bovec

    The main attractions of Bovec cultural heritage.

    scarica

    Flower power

    Questo opuscolo è attualmente non disponibile.

    Medicinal and poisonous plants.

    scarica