Patrimonio della Valle dell’Isonzo

Andate alla ricerca del passato e del patrimonio che hanno contrassegnato per sempre i luoghi che circondano la bellezza color smeraldo. Lasciatevi meravigliare dai musei, dalle chiese, dalle fortificazioni e dalle carrozze del treno museale.

La storia vivace, le peculiarità delle dimore e dello spazio abitativo e la prima guerra mondiale hanno impresso nella Valle dell’Isonzo un’impronta indelebile. I numerosi musei, tra cui spicca il Museo di Kobarid famoso in tutto il mondo, il ricco patrimonio sacro con la chiesa commemorativa dello Spirito Santo di Javorca importante a livello europeo e le imponenti fortificazioni, come la pittoresca fortezza di Kluže, sono mete turistiche molto visitate che ci raccontano dure storie del passato.

Da sempre la Valle dell’Isonzo è nota anche per il patrimonio montano, l’industria lattiera e quella casearia. Visitate la collezione Od planine do Planike, il caseificio che oggi riempie gli scaffali dei negozi sloveni con il latte di elevata qualità proveniente dalle montagne del luogo. Se invece gradite fare un giro con il treno museale, potete intraprendere un interessante viaggio lungo la ferrovia di Bohinj.

Date un’occhiata alla casa di nascita del famoso poeta sloveno Simon Gregorčič e visitate la casa contadina dello scrittore Ciril Kosmač.

La Valle dell’Isonzo non vi entusiasmerà solo per le numerose esperienze attive offerte ma anche per le ricchezze storiche e culturali che si nascondono in questi luoghi paradisiaci.